Provvigioni dai fornitori, si o no?

5.2.16 Chicchi di Zagara 0 Comments





Provvigioni dai fornitori: si o no?

Qualche giorno fa, leggevo un post di Preston Bailey (che ovviamente tutti gli amanti del wedding conoscono…) riguardo alle commissioni che moltissimi wedding & event planner percepiscono dai loro fornitori… ad insaputa dei Clienti!

 E’ un argomento per il quale troppe volte ho dovuto discutere (animatamente, ahimé) con i miei colleghi.
E’ famosa la mia avversione per questo tipo di “pratica” e vi spiego perché:



  •   Trasparenza! Mi piace sapere che il costo della mia consulenza e dei vari servizi sia chiara ai Clienti che mi assumono.
  •   Correttezza! Non trovo “politicamente corretto” aggiungere di costi nascosti il mio preventivo. I Clienti devono sempre sapere cosa stanno spendendo.
  • ·Agevolazioni! Preferisco girare l’eventuale “provvigione” del mio fornitore come sconto al mio Cliente in modo da essere più competitiva sul mercato.


Mi sembrano 3 buoni motivi per non prendere commissioni dai fornitori; che ne pensate?

Ma allora perché tantissimi colleghi non riescono proprio a farne a meno? Qualche ideuzza ce l’ho:



  •    Offrono consulenza gratuita (uccidendo letteralmente il mercato di riferimento e facendo grossissimi danni alla categoria) e la loro retribuzione è rappresentata dal “costo nascosto” girato al Cliente.
  •    Non riescono a stare in piedi da soli e quindi hanno bisogno della commissione del fornitore. 
  •    Alla fine di ogni lavoro, riescono a collezionare così tante commissioni che riescono a guadagnare più di tutti gli altri fornitori.
  •  Semplicemente avidi?


Spero di non aver offeso nessuno col mio post, ma vi invito a dire la vostra sull’argomento così da conoscere le opinioni di tutti.

E voi a quale categoria fate parte?

Potrebbe anche piacerti

0 commenti:

Social

Featured Posts

Pages

S

p